Vai direttamente ai contenuti
Provincia di Ascoli Piceno Regione Marche

Home > Avvisi > RETE VIARIA PRINCIPALE 2012.

RETE VIARIA PRINCIPALE 2012.

RETE VIARIA PRINCIPALE” 2012: MENO INCIDENTI, PI┘ MORTI Indice mortalitÓ (3,9) quasi doppio rispetto a intera rete (1,9) Indice gravitÓ (3,3) quasi triplo (intera rete = 1,3) Pi¨ incidenti al Centro-Nord; incidenti pi¨ gravi al Sud Diminuiscono gli incidenti su: Salerno-Reggio Calabria (-39,5%) Grande Raccordo Anulare di Roma (-40,5%)

Nel 2012, sui 54mila chilometri della rete viaria principale del nostro Paese (strade extraurbane principali e autostrade) si sono verificati 30.587 incidenti (il 20,6% del totale), con 1.492 morti (40,8%) e 43.730 feriti (16,5%). E’ quanto emerge da un’elaborazione ACI sulle statistiche relative agli incidenti sulla rete extraurbana principale, con particolare riferimento a quelli “localizzati” di cui si conosce il punto esatto (nome della strada e chilometro). Sebbene, nel 2012, il numero degli incidenti abbia fatto segnare una riduzione significativa (-9%), quello dei decessi Ŕ rimasto stabile, evidenziando, cosý, come la gravitÓ degli incidenti sia in crescita. Sulla nostra rete viaria principale l’indice di mortalitÓ (il numero dei morti ogni cento incidenti) risulta, quindi, quasi doppio rispetto al valore medio dell’intera estesa stradale (3,9 contro 1,9), mentre l’indice di gravitÓ (morti sul totale delle persone coinvolte con conseguenze) risulta praticamente triplo: 3,3 rispetto a 1,3. In rapporto al 2011, l’indice di mortalitÓ risulta in crescita sia sulle extraurbane principali (da 3,7 a 4), che sulle autostrade e tangenziali (da 3,1 a 3,5). Il maggior numero di incidenti sulla rete viaria principale avviene al Centro-Nord, ma Ŕ al Sud che si verificano quelli pi¨ gravi: 1 incidente mortale su 22 e 5 decessi ogni 100 incidenti, contro 1 incidente mortale su 31 e 3 decessi ogni 100 incidenti del Centro-Nord.

Migliora notevolmente la situazione incidenti su due tratte tradizionalmente critiche gestite dall’ANAS: Salerno-Reggio Calabria, dove dai 521 incidenti del 2010 si Ŕ passati a 315, con una riduzione del 39,5% e Grande Raccordo Anulare di Roma, dove nel 2010 gli incidenti erano stati 1.071 e nel 2012 sono scesi a 637: il 40,5% in meno.