Provincia di Belluno Regione Veneto

Home > FAQ

FAQ

  • Cosa occorre fare per prenotare un appuntamento al PRA ? Per prenotare un appuntamento, Ŕ necessario accedere al sito ww.up.aci.it/belluno . Per ogni richiesta deve essere indicata la targa, il tipo di formalitÓ e un numero telefonico. L’utente puo’ selezionare il giorno desiderato e il sistema restituisce l’orario in cui Ŕ fissato l’appuntamento. Non sono ammesse altre forme di prenotazione. Dal 1 marzo 2021 Ŕ possibile accedere ai servizi pubblici online di ACI solo con SPID o CIE. PRENOTA ORA
  • Emergenza COVID-19: Pratiche PRA urgenti via Pec o E-mail per privati ed avvocati

Privati cittadini e avvocati o curatori fallimentari possono richiedere agli Uffici PRA alcune pratiche automobilistiche indifferibili e urgenti. Si tratta di modalitÓ operative eccezionali, che fanno parte di un “pacchetto” di iniziative messe in campo dall’ACI, per eliminare gli spostamenti fisici sul territorio, favorire lo smart-working degli Operatori degli Uffici PRA e garantire la continuitÓ dei servizi.

  • Cosa occorre fare se si eredita un veicolo? In questi casi bisogna autenticare l’atto di accettazione dell’ereditÓ ( atto pubblico oppure scrittura privata con firma autenticata ) e provvedere alla sua registrazione. ╚ prevista la presentazione di un unico atto contenente l’accettazione dell’ereditÓ e la contestuale vendita del veicolo a favore di un erede o di un terzo acquirente.Approfondisci
  • Cosa occorre fare quando si acquista un veicolo nuovo? In genere, se si acquista un veicolo nuovo di fabbrica, il concessionario incarica un’ agenzia di pratiche auto sia per immatricolare il veicolo all’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile che per iscriverlo al Pubblico Registro Automobilistico . Approfondisci
  • Cosa occorre fare se si acquista un veicolo usato? La richiesta del passaggio di proprietÓ di un veicolo pu˛ essere presentata dall’acquirente, o da una persona incaricata dall’acquirente a uno Sportello Telematico dell’Automobilista , quando si Ŕ in possesso dei documenti del veicolo (CdP cartaceo o digitale, oppure Documento Unico del veicolo). Se la richiesta viene presentata da un incaricato, l’istanza unificata deve essere sottoscritta anche dal delegato come presentatore e dall’acquirente come dichiarante. Approfondisci
  • ╔ possibile risalire all’intestatario di un veicolo se conosco il numero di targa? Si, considerata la natura pubblica del Registro, chiunque abbia interesse pu˛ richiedere al PRA una Visura o Ispezione dello stato giuridico attuale. La richiesta pu˛ essere effettuata direttamente agli sportelli del PRA, senza obbligo di appuntamento, al costo di € 6,00 da versare in contanti o con le carte prepagate e di debito (bancomat), oppure, in alternativa, sul sito www.aci.it pagando on-line l’importo dovuto. ╔ necessario che il richiedente esibisca un documento di identitÓ in corso di validitÓ e il proprio codice fiscale.
  • Ho bisogno di conoscere le targhe di tutti i veicoli a me intestati al PRA, come devo procedere? Per ottenere questa informazione , si pu˛ utilizzare gratuitamente la procedura MYCAR, presente nella sezione “Auto-3D” del sito www.aci.it. SarÓ possibile ottenere lo stesso risultato utilizzando l’APP “ACI Space” , reperibile su Play Store. L’accesso a tali servizi Ŕ possibile tramite le credenziali SPID.
  • Come fare in caso di smarrimento dell’attestazione di presentazione della formalitÓ? In caso di smarrimento dell’attestazione di presentazione formalitÓ”, relativa alla trascrizione al PRA, con il codice per consultare il CDPD, ci si pu˛ recare presso lo STA (Sportello Telematico dell’Automobilista) dove Ŕ stata espletata la pratica, per richiederne la ristampa gratuita. In ogni caso pu˛ sempre visualizzare il suo Certificato di ProprietÓ digitale, anche senza il codice, scaricando su cellulare o tablet la nuova App "ACI Space". Mediante tale applicazione, potrÓ accedere non solo al suo CdP digitale, ma anche ad una serie di servizi dedicati.
  • Ho una revoca oppure una sospensione di un fermo amministrativo. Devo annotarla al PRA? No. Le annotazioni del provvedimento di revoca o di sospensione del Fermo Amministrativo sono comunicate al PRA, per via telematica, dai Concessionari della Riscossione. Tali formalitÓ vengono effettuate d’ufficio, in esenzione da importi, e senza ritiro nÚ rilascio di alcun documento (senza Certificato di ProprietÓ CdP / Documento Unico DU). La disposizione si applica a provvedimenti di revoca o di sospensione del fermo amministrativo non ancora annotati, emessi dai Concessionari della riscossione dal 1 gennaio 2020. Le cancellazioni con provvedimento di revoca o di sospensione con data fino al 31/12/2019, dovranno invece essere effettuate su richiesta di parte e via PEC o EMAIL, previo pagamento con PagoPA di 32 euro, a titolo di Imposta di Bollo.
  • Cosa occorre fare per esportare un veicolo? Dal 1░ gennaio 2020, a seguito della modifica del testo dell’art. 103 comma 1 del Codice della Strada, sono entrate in vigore le nuove modalitÓ di radiazione a seguito di definitiva esportazione all’estero. La radiazione del veicolo per definitiva esportazione all’estero deve essere effettuata, prima dell’effettiva esportazione e, come requisito indispensabile, Ŕ previsto che il veicolo abbia la revisione in corso di validitÓ . Nel caso in cui ci sia necessitÓ di raggiungere su gomma il Paese estero di destinazione, si potrÓ chiedere il rilascio del foglio di via e delle targhe provvisorie agli Uffici Provinciali della Motorizzazione o ad uno Studio di Consulenza Automobilistica. Approfondisci
  • Cosa occorre fare per trasferire in Italia un veicolo proveniente dall’estero ? Occorre immatricolare il veicolo presso l’Ufficio Provinciale della Motorizzazione Civile ed iscriverlo al Pubblico Registro Automobilistico. Prima di procedere all’immatricolazione , l’Ufficio Provinciale della Motorizzazione Civile effettua un preventivo controllo sull’idoneitÓ della documentazione tecnica e sulla regolaritÓ degli adempimenti fiscali. Approfondisci
  • Per beneficiare dell’ agevolazione dell’IPT, un veicolo Trentennale deve essere necessariamente iscritto ad un club ed avere il certificato di storicitÓ? No, Ŕ sufficiente che il veicolo sia ultratrentennale per pagare l’imposta provinciale di trascrizione (IPT) in misura ridotta (art. 63, comma 4, della L. 342/2000).
  • Cosa occorre fare in caso di cambio di residenza? Per aggiornare il cambio di residenza sui documenti del veicolo (certificato di proprietÓ o foglio complementare e carta di circolazione) bisogna rivolgersi agli uffici del comune, al momento della presentazione dell’istanza di cambio di residenza, presentando un documento di identitÓ/riconoscimento , gli estremi della patente ed una fotocopia delle carte di circolazione dei veicoli di proprietÓ. Il servizio Ŕ gratuito. Il comune comunica il cambio di residenza all’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile (UMC) che aggiorna l’Archivio Nazionale dei Veicoli (ANV) e trasmette telematicamente al PRA i dati della nuova residenza.
  • E’ possibile pagare il bollo auto presso gli uffici PRA?

No, presso gli Uffici del P.R.A. non Ŕ possibile effettuare il pagamento della tassa automobilistica (bollo auto).

Le relative modalitÓ sono indicate sul sito ACI al link:

- ModalitÓ di pagamento

Per i residenti in Veneto, ulteriori indicazioni in materia di bollo auto si possono consultare sul sito della Regione Veneto, Ente titolare del tributo:
- Tributi Regionali/Bollo Auto

  • Cosa occorre fare in caso di mancata registrazione al PRA di un passaggio di proprietÓ ? Il mancato passaggio di proprietÓ al Pubblico Registro Automobilistico comporta l’applicazione di sanzioni amministrative per l’acquirente e conseguenze sul piano civile e fiscale per il venditore rimasto intestatario al PRA a causa dell’inadempienza dell’acquirente. Infatti, fino a quando non avviene la registrazione, il precedente proprietario risulta ancora intestatario del veicolo e pu˛ essere chiamato a rispondere delle conseguenze derivanti dal presunto possesso del veicolo, come , ad esempio, eventuali danni provocati a persone o cose, bollo auto non pagato, contravvenzioni a causa di infrazioni al Codice della Strada, ecc.
    - Approfondisci
  • Con l’entrata in vigore del Documento Unico (DU), Ŕ ancora valido il il Certificato di ProprietÓ? I documenti rilasciati in precedenza, Certificato di ProprietÓ (cartaceo o digitale) e Carta di Circolazione, restano validi, almeno fino alla loro sostituzione con il DU, che verrÓ emesso a seguito di circostanze che richiedono aggiornamenti o in caso di modifiche tecniche o cambi di proprietÓ dell’auto.
    - Per informazioni dettagliate sui documenti del veicolo : Approfondisci