Vai direttamente ai contenuti
Provincia di Catania Regione Sicilia

Home > Sportello disabili > Contrassegno europeo per disabili

Contrassegno europeo per disabili

Il contrassegno europeo consente a un disabile, che ha dirittto a particolari agevolazioni nel paese in cui risiede, di godere dei benefici offerti ai disabili negli altri paesi dell’UE in cui si sposta.

Quindi il contrassegno, con il riconoscimento in tutta Europa, facilita notevolmente la libera circolazione e l’autonomia dei disabili nell’Unione Europea.

Il contrassegno europeo è stato introdotto da una raccomandazione del Consiglio dell’Unione Europea nel 1998.

Questa raccomandazione prevede che i contrassegni auto per i disabili abbiano caratteristiche uniformi e vengano riconosciuti da tutti gli Stati membri. Obiettivo è facilitare gli spostamenti in auto dei loro titolari.

Resta ali Stati membri comunque il compito di rilasciare il contrassegno in base alla propria definizione di disabilità e secondo le modalità e procedure da loro scelte.

Infatti la raccomandazione non ha lo scopo di modificare le norme nazionali sul rilascio del contrassegno per disabili.




Anche in Italia dal 15 settembre 2012 è entrato in vigore il nuovo contrassegno di parcheggio per disabili "europeo", con un formato rettangolare, di colore azzurro chiaro, con il simbolo internazionale dell’accessibilità bianco della sedia a rotelle su fondo blu.

Il nuovo contrassegno europeo rilasciato a partire dal 15 settembre 2012 è stato introdotto con il Decreto del Presidente della Repubblica n.151 del 30 luglio 2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 203 del 31 agosto 2012, ed è conforme al "contrassegno unificato disabili europeo" (CUDE) previsto dalla Raccomandazione del Consiglio dell’Unione europea 98/376/CE.

Per consultare la guida su come, quando e dove usare il contrassegno europeo nei paesi dell’UE

- Contrassegno Europeo di parcheggio per disabili: come, quando e dove usarlo in 29 Paesi



Ritorna al menù aree tematiche