Vai direttamente ai contenuti
Logo Provincia di Firenze Logo Regione Toscana

Home > Cancellazione di usufrutto

Cancellazione di usufrutto

E’ possibile cancellare l’usufrutto se nel titolo costitutivo del diritto non c’è il termine di durata oppure se le parti decidono la cessazione pattuita anticipatamente. L’atto di rinuncia o cessazione deve essere trascritto entro 60 giorni dall’autentica della firma.


DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

1. Certificato di Proprietà oppure Foglio Complementare oppure Certificato di Proprietà Digitale.

2. Fotocopia completa della Carta di Circolazione se disponibile

3. Documento di identità in corso di validità dell’intestatario e fotocopia completa del documento di identità

- Per i cittadini extra UE: portare anche il permesso di soggiorno e una fotocopia del permesso di soggiorno. Se il permesso di soggiorno è scaduto portare la fotocopia del permesso di soggiorno scaduto e della ricevuta di rinnovo del permesso di soggiorno.

- Per i cittadini UE: portare la carta di identità italiana e una fotocopia della carta di identità italiana

- In caso di società: visura camerale in corso di validità o dichiarazione sostitutiva resa dal legale rappresentante con documento di identità in corso di validità del legale rappresentante e una fotocopia completa fronte e retro del documento di identità

4. Codice fiscale di intestatario e usufruttuario

5. Atto di rinuncia o cessazione di usufrutto in bollo da € 16 con firma d intestatario e usufruttuario autenticata dal notaio oppure copia conforme dell’atto pubblico di rinuncia o cessazione di usufrutto in bollo rilasciata dal notaio presso cui è depositato l’atto oppure copia conforme della sentenza che ordina la cancellazione dell’usufrutto.


MODULISTICA

- Nota di trascrizione modello NP3C

- Delega PRA e modello NP3C se l’intestatario non presenta personalmente la pratica di cancellazione di usufrutto. Il delegato deve presentarsi con un documento di identità in corso di validità e una fotocopia completa del documento di identità di delegato e delegante.


CASI PARTICOLARI

- Se l’usufrutto è già scaduto non è necessario richiedere la cancellazione perché l’usufrutto si estingue automaticamente alla scadenza.

- L’usufrutto si estingue anche nel caso di c.d. CONFUSIONE cioè di riunione dell’usufrutto e della proprietà nella stessa persona. Se il veicolo è venduto dal proprietario all’usufruttuario non è necessario richiedere la cancellazione dell’usufrutto.


QUANTO COSTA

Se l’intestatario risiede a Firenze o in provincia di Firenze:

- IPT (Imposta Provinciale di Trascrizione): € 196,00

- Emolumenti: € 27,00

- Imposta di bollo: € 48,00.

Gli importi previsti per legge si versano alla cassa in contanti o con carte di debito del circuito PagoBancomat, VISA (inclusi V-PAY e VISA Electron) e Mastercard (incluso Maestro) o con le carte di debito prepagate a condizione che si tratti di carte dei circuiti suindicati (non sono pertanto accettate le carte PostePay che non usano i suddetti circuiti).

Non sono accettate le carte di credito.

Le pratiche automobilistiche possono essere svolte curando personalmente tutti gli adempimenti necessari o rivolgendosi alle Agenzie di pratiche auto o Delegazioni ACI. In questo caso vanno previsti costi ulteriori (variabili in regime di libero mercato) per il servizio di intermediazione fornito.


STAMPA


torna all’elenco