Vai direttamente ai contenuti
Logo Provincia di Firenze Logo Regione Toscana

Home > Cancellare il fallimento

Cancellare il fallimento

Sportello virtuale ACI

La pratica di cancellazione del fallimento, per la quale non è necessaria la presenza fisica agli sportelli, può essere richiesta via PEC o e-mail.

I privati cittadini devono rivolgersi via PEC o e-mail all’Ufficio PRA della propria Provincia di residenza.

I Curatori fallimentari devono rivolgersi - esclusivamente via PEC - all’ufficio PRA della provincia in cui ha sede lo studio professionale.

Per i residenti a Firenze o in provincia di Firenze i recapiti di questa Direzione Territoriale sono:

Email: direzione.territoriale.aci.firenze@aci.it

Email Certificata (PEC): ufficioprovincialefirenze@pec.aci.it.

Nell’oggetto della Email/PEC indicare: "Cancellare trascrizione fallimento su targa ______ intestato a____"(scrivere numero di targa del veicolo e nome e cognome o denominazione intestatario).


Le informazioni contenute nella presente scheda si riferiscono alle procedure concorsuali aperte prima dell’entrata in vigore del DECRETO LEGISLATIVO 17 giugno 2022, n. 83 Modifiche al codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza di cui al decreto legislativo 12 gennaio 2019, n. 14 (15/07/2022).

La legge fallimentare non prevede la notifica d’ufficio del decreto di chiusura del fallimento emesso dal giudice, così come previsto per l’annotazione dell’estratto della sentenza. Per questo motivo, la cancellazione dal PRA del fallimento avviene su richiesta dalla parte interessata. Con il decreto di chiusura vengono meno gli effetti del fallimento sul patrimonio del fallito. Per quanto riguarda i veicoli del fallito, con il decreto di chiusura, l’intestatario riacquista la piena disponibilità dei beni di sua proprietà e può chiedere la cancellazione del fallimento.


QUANTO COSTA

Se l’intestatario è residente a Firenze o in provincia di Firenze:

- Imposta Provinciale di Trascrizione (I.P.T.): € 196,00

- Emolumenti e diritti PRA: € 27,00

- Imposta di Bollo: € 32,00.

I motocicli d’epoca sono esenti da IPT.

Per i motocicli trentennali : IPT € 26.

Per le autovetture trentennali: IPT 52,00.

Per effettuare il pagamento del costo complessivo dovuto per ciascun veicolo, si deve procedere nel seguente modo:

Accedere al sito www.aci.it - menù servizi - Tutti i servizi - e scegliere il servizio denominato “Pagamento Formalità PRA presso UMC” oppure cliccare qui per accedere direttamente al servizio di pagamento on line

- dopo aver selezionato “nuovo pagamento” inserire i dati richiesti e specificare come codice pratica, il codice convenzionale C03301 - trasferimento di proprietà

- effettuare il pagamento della somma totale dovuta al PRA per la pratica

- compilare gli altri campi con le informazioni di colui che effettua il pagamento.

La ricevuta prodotta dal sistema verrà recapitata via posta elettronica, all’indirizzo e-mail indicato, entro pochi minuti dall’effettuazione del pagamento.

In caso di più veicoli su cui cancellare la sentenza di fallimento, deve essere fatto un pagamento per ogni singola operazione richiesta.


DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

Ciascun documento da allegare deve essere scannerizzato singolarmente in formato pdf (se il documento è composto da più pagine, la scansione delle pagine deve essere salvata in uno stesso file pdf) e non deve superare il limite di 2 MB

1. Copia conforme all’originale esente da imposta di bollo del decreto di chiusura del fallimento emessa dal Tribunale

oppure
- copia conforme all’originale emessa dal Tribunale del decreto di avvenuta esecuzione del concordato fallimentare emanato dal giudice ai sensi dell’art. 136 della Legge Fallimentare

oppure

- copia conforme all’originale del provvedimento di revoca del fallimento

2. Documento di identità in corso di validità dell’intestatario e documento di identità in corso di validità e codice fiscale del curatore fallimentare se la richiesta è presentata dal Curatore

3. Modello NP3C compilato e firmato dall’intestatario oppure firmato dal Curatore fallimentare, se la richiesta è presentata dal Curatore.

4. Ricevuta di pagamento con pagoPa con c.d. IUV.


CASI PARTICOLARI

- L’art. 52 del Dl n. 90 del 24/6/2014 ha introdotto il comma 9 bis all’art. 16 bis del DL n. 179/2012 convertito in L. n. 221/2012, che prevede la possibilità per il difensore, consulente tecnico, professionista delegato, curatore e commissario giudiziale di poter rilasciare copie conformi all’originale, sia in formato analogico che in formato elettronico, del documento originale elettronico contenuto nel fascicolo informatico. Può pertanto essere presentata una copia conforme del provvedimento in formato analogico rilasciata dal curatore fallimentare.

- Se un veicolo è ceduto dal curatore fallimentare nell’ambito della liquidazione del patrimonio fallimentare, non essendo ancora conclusa la procedura concorsuale, non è possibile esibire la sentenza di chiusura del fallimento che in generale costituisce titolo per la cancellazione della relativa annotazione al PRA.

Nei casi in cui sia necessario cancellare la trascrizione del fallimento, ma la procedura concorsuale non è ancora stata chiusa, occorre allegare la copia conforme del decreto con cui il giudice delegato ordina la cancellazione delle iscrizioni relative ai pignoramenti, sequestri, fallimento o altri vincoli sul veicolo individuato per numero di targa.


ATTENZIONE

- Al termine della lavorazione della pratica sarà emessa una mera ricevuta e non è più previsto il rilascio di alcuna certificazione.

Trattandosi di pratiche che non prevedono il rilascio del Documento Unico di circolazione e proprietà (DU), se la parte ha interesse a ottenere un DU aggiornato, dovrà richiederne il duplicato alla Motorizzazione civile con il pagamento dei previsti importi o ad uno Sportello Telematico dell’automobilista privato. In questo secondo caso vanno previsti costi ulteriori (variabili in regime di libero mercato) per il servizio di intermediazione fornito.

- - Le pratiche automobilistiche possono essere svolte curando personalmente tutti gli adempimenti necessari o rivolgendosi alle Agenzie di pratiche auto o Delegazioni ACI. In questo caso vanno previsti costi ulteriori (variabili in regime di libero mercato) per il servizio di intermediazione fornito.



torna all’elenco

Data ultimo aggiornamento 01/02/2024