Vai direttamente ai contenuti
Logo Provincia di Firenze Logo Regione Toscana

Home > Trascrivere la domanda giudiziale

Trascrivere la domanda giudiziale

Per richiedere la trascrizione della domanda giudiziale si accede direttamente allo sportello del PRA negli orari in cui l’ufficio Ŕ aperto al pubblico senza necessitÓ di prendere preventivamente un appuntamento.


La domanda giudiziale Ŕ l’atto (di solito un atto di citazione) con cui una persona richiede al giudice il riconoscimento di un diritto.

Gli art. 2690 e 2691 del codice civile elencano le domande giudiziali relative ai veicoli che possono essere trascritte.

La domanda giudiziale relativa ai beni mobili registrati trascritta ai sensi degli art. 2690 e 2691 c.c. Ŕ una “prenotazione” nei confronti dei terzi degli effetti di un eventuale accoglimento della domanda giudiziale.

Se il giudice accoglie la domanda e riconosce con sentenza l’esistenza del diritto a favore della parte attrice, questo diritto prevarrÓ sulle trascrizioni e iscrizioni effettuate successivamente alla trascrizione della domanda giudiziale.


DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

1. Atto di citazione in copia conforme all’originale con gli estremi del deposito in cancelleria e relata di notifica alla controparte. La copia conforme Ŕ esente da imposta di bollo nei casi previsti dall’art. 18 DPR 115/2002 (T.U. sulle spese giudiziarie)

Se la domanda giudiziale Ŕ stata notificata per mezzo del servizio postale, deve essere allegato alla pratica l’avviso di ricevimento (cosiddetta ricevuta di ritorno)

2. Certificato di ProprietÓ oppure Certificato di ProprietÓ digitale emesso dal 5 ottobre 2015 oppure Foglio Complementare.

In mancanza di Certificato di proprietÓ o Foglio Complementare il PRA trascrive la domanda giudiziale e non rilascia un nuovo Certificato di ProprietÓ Digitale.

3. Documento di identitÓ in corso di validitÓ di chi presenta la pratica

- Se l’attore Ŕ una societÓ: dichiarazione sostitutiva resa dal legale rappresentante con documento di identitÓ in corso di validitÓ e codice fiscale del legale rappresentante.

4. Codice fiscale di intestatario e attore necessari per la compilazione della modulistica.


MODULISTICA

1. Modello NP3C. Se la richiesta Ŕ presentata personalmente allo sportello del PRA non occorre precompilare la modulistica.

2. Se l’attore o il suo avvocato non possono presentare personalmente la richiesta di trascrizione della domanda giudiziale devono compilare anche la Delega PRA. Il delegato deve presentarsi personalmente col proprio documento di identitÓ in corso di validitÓ una fotocopia completa fronte e retro del documento di identitÓ del delegante.


CASI PARTICOLARI

- Pu˛ essere trascritta anche la domanda giudiziale su un veicolo non intestato al convenuto in giudizio, purchÚ la domanda venga notificata anche all’intestatario del veicolo.

- Gli effetti della trascrizione della domanda giudiziale cessano dopo vent’anni, fatta salva la possibilitÓ di rinnovare la trascrizione prima della scadenza del termine.

- La trascrizione della domanda giudiziale scaduta per il decorso del termine ventennale, anche se inefficace nei confronti dei terzi, non si cancella automaticamente con il decorso del termine, ma Ŕ necessario presentare domanda di cancellazione con le modalitÓ previste dall’art. 2668 codice civile.


QUANTO COSTA

- Emolumenti e diritti PRA: € 27,00

- Imposta di Bollo: € 32,00 (senza rilascio del Certificato di ProprietÓ) oppure € 48,00 (con rilascio del Certificato di ProprietÓ Digitale)

Gli importi previsti per legge si versano alla cassa in contanti o con carte di debito del circuito PagoBancomat, VISA (inclusi V-PAY e VISA Electron) e Mastercard (incluso Maestro) o con le carte di debito prepagate a condizione che si tratti di carte dei circuiti suindicati (non sono pertanto accettate le carte PostePay che non usano i suddetti circuiti).

Non sono accettate le carte di credito.

Le pratiche automobilistiche possono essere svolte curando personalmente tutti gli adempimenti necessari o rivolgendosi alle Agenzie di pratiche auto o Delegazioni ACI. In questo caso vanno previsti costi ulteriori (variabili in regime di libero mercato) per il servizio di intermediazione fornito.


STAMPA


Data ultimo aggiornamento di questo articolo: 12/08/2019


torna all’elenco