Vai direttamente ai contenuti
Logo Provincia di Firenze Logo Regione Toscana

Home > Trasferimento di proprietà per scioglimento di società e prosecuzione sotto forma di impresa individuale

Trasferimento di proprietà per scioglimento di società e prosecuzione sotto forma di impresa individuale

Prima di acquistare un veicolo consigliamo di verificare l’assenza di fermo amministrativo o un altro gravame o vincolo con una visura PRA.


Dal 21 maggio 2019 nuove modalità di accesso agli Sportelli del PRA. Attivazione del servizio obbligatorio per appuntamento.

E’ possibile prenotare un appuntamento direttamente dalla home page del sito di questa Direzione Territoriale ACI nella sezione In sede - Prenotazione Servizi PRA oppure cliccando qui oppure presentandosi personalmente al PRA con numero di targa del veicolo, documento di identità, codice fiscale, numero di cellulare ed eventuale email dell’interessato.


L’impresa individuale non ha una soggettività distinta dalla persona fisica dell’imprenditore titolare dell’impresa, per questo motivo il veicolo non può essere intestato direttamente alla denominazione commerciale dell’impresa individuale ma deve essere intestato all’imprenditore persona fisica nella sua residenza anagrafica.


DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

1. Certificato di proprietà oppure Certificato di proprietà digitale emesso per le formalità presentate al PRA dall 5 ottobre 2015

2. Carta di circolazione e una fotocopia completa fronte e retro della carta di circolazione

3. Documento di identità in corso di validità del titolare della ditta individuale e una fotocopia completa fronte e retro del documento di identità

- Se è un cittadino extracomunitario: carta di identità italiana o patente di guida italiana con una fotocopia completa fronte e retro della carta di identità o della patente e permesso di soggiorno in corso di validità con una fotocopia completa del permesso di soggiorno. Se il permesso di soggiorno è scaduto occorre anche la fotocopia della richiesta del rinnovo del permesso di soggiorno

- Se è un cittadino comunitario: carta di identità italiana e una fotocopia completa fronte e retro della carta di identità italiana oppure carta di identità rilasciata dalla competente autorità del Paese U.E. di provenienza e attestazione rilasciata dal Comune di residenza di richiesta di iscrizione anagrafica o di soggiorno permanente e una fotocopia completa della carta di identità estera e dell’attestazione del Comune di residenza

4. Codice fiscale della società intestataria e della persona fisica titolare della ditta individuale

5. Copia conforme in bollo dell’atto notarile di scioglimento della società e prosecuzione in ditta individuale, rilasciata dal notaio presso cui l’atto è depositato.

Se nell’atto di recesso del socio o di cessione di quota risulta in maniera inequivocabile la volontà di uno dei due soci di recedere o di donare o cedere la propria quota di partecipazione al capitale sociale all’altro socio e il socio superstite ha dichiarato, ai fini di impedire l’immediato scioglimento della società, di riservarsi la facoltà di ricostituire la pluralità dei soci entro sei mesi dalla data dell’atto e i sei mesi dalla data dell’atto sono decorsi senza che sia stata ricostituita la pluralità dei soci, questo atto in copia conforme e in bollo è titolo idoneo per richiedere al PRA l’intestazione del veicolo al socio superstite che ha proseguito l’attività in forma individuale.

6. Dichiarazione sostitutiva resa dal titolare dell’impresa individuale di iscrizione nel registro delle imprese (Camera di Commercio).


MODULISTICA NECESSARIA

1. Modello NP3-C

Se il trasferimento di proprietà è presentato personalmente allo sportello del PRA non occorre precompilare la modulistica PRA.

2. Modello TT2119 per la Motorizzazione Civile compilato a nome della persona fisica nella residenza anagrafica e firmato dal titolare dell’impresa individuale

- Se il titolare dell’impresa individuale non può presentare personalmente il passaggio di proprietà al PRA deve compilare e firmare il modello TT2119, la Delega PRA e la delega per la Motorizzazione Civile. Il delegato deve presentarsi col proprio documento di identità in corso di validità, il proprio codice fiscale e una fotocopia completa del documento di identità di delegato e delegante.


QUANTO COSTA

Gli importi variano in base al tipo di veicolo e alla provincia di residenza del titolare della ditta individuale. Se la residenza anagrafica è a Firenze o in provincia di Firenze consulta la tabella importi.

In caso di scioglimento di società il termine per la richiesta delle formalità ed il pagamento della relativa imposta decorre a partire dalla fine del sesto mese successivo alla pubblicazione nel registro delle imprese e, comunque, entro 60 giorni dall’effettiva restituzione degli stessi alle parti a seguito dei rispettivi adempimenti.

Gli importi previsti per legge si versano alla cassa in contanti o con carte di debito del circuito PagoBancomat, VISA (inclusi V-PAY e VISA Electron) e Mastercard (incluso Maestro) o con le carte di debito prepagate a condizione che si tratti di carte dei circuiti suindicati (non sono pertanto accettate le carte PostePay che non usano i suddetti circuiti). Non sono accettate le carte di credito. L’importo che può essere pagato in contanti deve essere inferiore a € 3000,00. Per i pagamenti pari o superiori a € 3000,00 è necessario il pagamento con carta di debito.

- Veicoli uso professionale: la città metropolitana di Firenze ha previsto agevolazioni IPT per alcuni veicoli ad uso professionale. Le informazioni dettagliate sono presenti nella sezione “Documenti” del sito -veicoli uso professionale.


ATTENZIONE

Non è sempre possibile per il PRA aggiornare contestualmente la Carta di Circolazione e rilasciare il Certificato di Proprietà Digitale, ma ci sono alcuni casi particolari in cui il PRA aggiorna il proprio archivio e rilascia il Certificato di Proprietà Digitale e poi entro 60 giorni dalla data dell’atto di vendita l’acquirente dovrà rivolgersi anche alla Motorizzazione Civile per l’aggiornamento della Carta di Circolazione.

Sarà per esempio sempre necessario richiedere l’aggiornamento della Carta di Circolazione in Motorizzazione Civile in caso formalità consecutive presentate sulla stessa targa, in caso di veicoli che necessitano di particolari titoli autorizzativi oppure di collaudo o certificato di approvazione (es. taxi, autocarro per trasporto merci per conto proprio o conto terzi, veicoli per uso noleggio con conducente, ecc.), in caso di veicoli storici con foglio complementare o libretto di circolazione, di veicoli acquistati da iscritto A.I.R.E. o minorenne o incapace di agire oppure in presenza di denuncia di smarrimento della Carta di Circolazione ecc.

- Le pratiche automobilistiche possono essere svolte curando personalmente gli adempimenti necessari oppure rivolgendosi alle agenzie di pratiche automobilistiche, comprese le delegazioni ACI, con costi del servizio di intermediazione offerto in regime di libero mercato.

La mancata richiesta di aggiornamento del Certificato di Proprietà Digitale e della carta di circolazione determina l’applicazione, in caso di controllo su strada, di sanzioni monetarie oltre al ritiro della carta di circolazione ai sensi dell’art. 94 del Codice della Strada.


STAMPA


torna alla Guida alle Pratiche


Data ultimo aggiornamento di questo articolo: 27/06/2019


torna alle F.A.Q.