Provincia di Pavia Regione Lombardia

Home > FAQ > PRA > Fermo Amministrativo

Fermo Amministrativo

D. Come posso sapere se sul mio veicolo ci sono fermi amministrativi?
R. Per verificare se il veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo occorre richiedere una visura agli sportelli del PRA. Per questo tipo di servizio non occorre prendere appuntamento presso i nostri sportelli.

D. Come devo fare per cancellare un fermo amministrativo?
R. La cancellazione del fermo amministrativo iscritto sull’autoveicolo si ottiene effettuando per intero il pagamento del debito per il quale il fermo è stato iscritto. A seguito del pagamento, il concessionario alla riscossione rilascerà un documento di “assenso di revoca” da presentare, in originale e unitamente al certificato di proprietà originale (se ancora in formato cartaceo), agli sportelli del PRA per chiedere la cancellazione del fermo amministrativo. La cancellazione ha il costo di Euro 48,00, se si dispone di foglio complementare, oppure di Euro 32,00 se si dispone di certificato di proprietà. Il pagamento può essere effettuato esclusivamente in contanti, con carte prepagate oppure con carte di debito (bancomat) dei circuiti Visa, Mastercard e Maestro. Non occorre richiedere appuntamento

D. Se il veicolo è sottoposto a fermo amministrativo, può essere demolito o radiato per esportazione?
R. L’autoveicolo sottoposto a fermo amministrativo non può essere demolito oppure radiato per esportazione.

D. Se il veicolo è sottoposto a fermo amministrativo, può essere venduto?
R. L’autoveicolo sottoposto a fermo amministrativo può essere venduto, ma l’acquirente, che lo acquista col vincolo del fermo amministrativo, non lo può utilizzare su strada.

D. Se il veicolo è sottoposto a fermo amministrativo, può circolare?
R. L’autoveicolo sottoposto a fermo amministrativo non può circolare ed è sanzionabile colui che lo utilizza in presenza di fermo amministrativo iscritto al PRA. In caso di circolazione di veicolo sottoposto a fermo amministrativo, qualora vengano causati danni a terzi, l’assicurazione può rivalersi sul conducente/proprietario.