Vai direttamente ai contenuti
Provincia di Reggio Calabria Regione Calabria

Home > Avvisi > Cosa fare se l’acquirente non trascrive il passaggio di proprietà

Cosa fare se l’acquirente non trascrive il passaggio di proprietà

Secondo quanto previsto dall’art.94 Codice della Strada, l’acquirente del veicolo entro 60 giorni dalla data di autentica dell’atto di vendita deve trascrivere il passaggio di proprietà e aggiornare la carta di circolazione del veicolo.

Se l’acquirente non provvede a quanto previsto, il venditore può tutelarsi in uno dei seguenti modi:

1 - ricorso al giudice di pace o al giudice ordinario

2 - trascrizione a tutela del venditore

3 - perdita di possesso con dichiarazione sostitutiva che interrompe solo l’obbligo del pagamento del bollo auto.

Ricordiamo che il modo più semplice e garantista per registrare un passaggio di proprietà è quella di rivolgersi direttamente ad uno Sportello Telematico dell’Automobilista STA (che effettua anche l’autentica di firma del venditore) presso gli Uffici Provinciali dell’ACI - PRA, quelli della Motorizzazione e presso le agenzie di pratiche auto abilitate, in questo modo si potranno avere immediatamente carta di circolazione e cerificato di proprietà aggiornati a nome dell’acquirente.


1 - RICORSO AL GIUDICE

Il venditore può presentare ricorso davanti all’autorità giudiziaria per fare dichiarare l’avvenuta vendita a favore dell’acquirente inadempiente ed ottenere, così, una sentenza che costituisce titolo per la trascrizione al PRA.

Per la trascrizione il venditore deve esibire al PRA sentenza in copia conforme rilasciata dalla cancelleria del tribunale e versare i seguenti importi:

    • IPT in misura proporzionale (clicca qui per conoscere i costi). La formalià è esente da IPT se il valore della controversia non supera euro 10,33 (art. 46 L. n. 374/1991 modificato dalla L.n. 311/2004). Il valore della controversia viene determinato dal giudice in base a quanto dichiarato dalla parte nel ricorso. Se il valore della controversia non è specificato nella sentenza del giudice, né nell’atto introduttivo del giudizio, un ulteriore strumento di verifica del valore della controversia è disponibile gratuitamente on-line attraverso il servizio SIGP@Internet Nazionale, clicca qui per accedere
    • Emolumenti: € 27,00
    • Imposta di bollo € 32,00 (senza rilascio del Certificato di Proprietà)

Questi importi si versano in contanti o con bancomat. Sono escluse le carte di credito.


2 - TRASCRIZIONE A TUTELA DEL VENDITORE

La tutela del venditore è una formalità, prevista dall’art. 11 D.M. n. 514/1992, che consente al venditore, rimasto intestatario al PRA (perché l’acquirente non ha provveduto a trascrivere il passaggio di proprietà) e non in possesso della relativa documentazione, di regolarizzare al Pra il passaggio di proprietà redigendo una nuova dichiarazione di avvenuta vendita verbale del veicolo. In questo caso la trascrizione rileverà dalla data di autentica della nuova dichiarazione di avvenuta vendita.

Se per qualche motivo il venditore è in possesso dell’originaria dichiarazione di vendita è possibile comunque procedere alla trascrizione ex art. 11DM n.514/1992, in tal caso la relativa trascrizione avrà efficacia dalla data di autentica della stessa.

Con questa formalità verrà effettuato l’aggiornamento dell’archivio del PRA, mentre non è previsto il rilascio del nuovo certificato di proprietà che potrà essere rilasciato solo al nuovo intestatario al PRA, previa restituzione di quello precedentemente emesso.

  • Trascrizione al Pra Per la trascrizione occorre l’atto di vendita nell’apposito riquadro sul retro del Certificato di Proprietà in bollo da € 16 con firma del venditore autenticata oppure atto di vendita su modulo a parte in bollo da € 16 con firma del venditore autenticata. Nell’atto deve essere espressamente indicato che viene richiesta la trascrizione a tutela del venditore, ai sensi dell’art. 11 D.M. 514/1992.
  • Costi:
    • Imposta Provinciale di Trascrizione (IPT) in misura proporzionale: l’importo varia in base al tipo di veicolo e alla provincia di residenza dell’acquirente ed è normalmente a carico del venditore a meno che la Provincia competente non abbia deliberato diversamente. Per la provincia di Reggio Calabria l’importo è a carico del venditore (clicca qui per conoscere i costi).
    • Emolumenti PRA: € 27,00
    • Imposta di Bollo: € 32,00

Questi importi si versano in contanti o con bancomat. Sono escluse le carte di credito.


3 - PERDITA DI POSSESSO

Per interrompere l’obbligo del pagamento della tassa automobilistica, in mancanza di altra documentazione di data certa e se non si conoscono del tutto i dati anagrafici dell’acquirente, è possibile annotare al PRA la perdita di possesso del veicolo sulla base di una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.

Quest’ultima fa cessare l’obbligo tributario dal momento in cui viene presentata, mentre restano dovute le tasse automobilistiche relative ai precedenti periodi d’imposta.

- Documentazione necessaria

    • Dichiarazione sostitutiva: se il veicolo è intestato a più persone, ciascun cointestatario deve compilare la propria dichiarazione sostitutiva.
    • Documento di identità in corso di validità dell’intestatario e una fotocopia completa del documento
    • Certificato di Proprietà o Foglio Complementare se ancora in possesso del documento di proprietà

- Quanto costa

    • Imposta Bollo € 16,00 (in presenza del Certificato di Proprietà); oppure € 32,00 (se si utilizza il Modello NP3C).

Questi importi si versano in contanti o con bancomat. Sono escluse le carte di credito.

Con questa pratica è annotata al PRA la perdita di possesso del veicolo, ma non è rilasciato il Certificato di Proprietà.