Vai direttamente ai contenuti
Provincia di Reggio Calabria Regione Calabria

Home > Avvisi > LETTERA AI COMUNI

LETTERA AI COMUNI

DICHIARAZIONE DI VENDITA (con firma unilaterale del venditore) - Mod. A

L’art. 10 del D.M. 2 ottobre 1992 n. 514, nel sostituire il foglio complementare dei veicoli con il certificato di proprietÓ, ha stabilito che la dichiarazione di vendita deve essere redatta nel riquadro “T” sul retro dello stesso certificato, appositamente predisposto per contenere sia la nota di richiesta della formalitÓ che la dichiarazione autenticata. Nei casi, ormai residuali, in cui il veicolo oggetto della vendita non risulti ancora provvisto del certificato di proprietÓ e il venditore sia invece in possesso del vecchio foglio complementare, la dichiarazione di vendita, sottoscritta unilateralmente dal venditore, non pu˛ essere redatta sul foglio complementare e dovrÓ essere stilata su foglio a parte secondo lo schema indicato nel Mod. A Formato PDF - Formato DOC


CONTRATTO DI VENDITA (con firma bilaterale del venditore e dell’acquirente) - Mod. B

Qualora, pur essendo stato regolarmente rilasciato il certificato di proprietÓ, il venditore non ne disponga o perchŔ lo stesso Ŕ stato smarrito o per altra ragione, la vendita deve essere redatta secondo lo schema previsto dal Mod. B Formato PDF - Formato DOC nella forma del contratto di vendita con firma bilaterale autenticata del venditore e dell’acquirente.


DICHIARAZIONE DI VENDITA DI PROPRIETARIO NON INTESTATARIO. (Ai sensi dell’art. 2688 c.c.) - Mod. C.

Nei casi in cui il venditore si dichiari proprietario ma non intestario al P.R.A. e, in tale qualitÓ, venda il veicolo ai sensi e per gli effetti dell’art. 2688 c.c., la relativa dichiarazione di vendita non pu˛ essere redatta sul certificato di proprietÓ, ma deve invece essere stilata su foglio a parte secondo lo schema indicato dal Mod. C Formato PDF - Formato DOC.

In questa ipotesi la dichiarazione Ŕ sempre sottoscritta unilateralmente dal venditore. Si precisa inoltre che la trascrizione del trasferimento di proprietÓ ai sensi dell’art. 2688 c.c. non Ŕ ammissibile qualora il venditore non abbia la disponibilitÓ del certificato di proprietÓ (o del foglio complementare) o perchŔ andato smarrito o per qualsiasi altra ragione.


DICHIARAZIONE DI VENDITA A TUTELA DEL VENDITORE - Mod. D

L’art. 11 del D.M. 2 ottobre 1992 n. 514, prevede che, qualora l’acquirente non abbia provveduto alla trascrizione, “il venditore rimasto intestatario nel P.R.A. pu˛ richiedere la registrazione del trasferimento di proprietÓ anche senza presentazione del documento di proprietÓ”. In tal caso la dichiarazione di vendita, a suo tempo giÓ resa dal venditore e non pi¨ nella sua disponibilitÓ, dovrÓ essere reiterata utilizzando lo schema indicato nel Mod. D Formato PDF - Formato DOC senza esibizione del certificato di proprietÓ (o del foglio complementare). A titolo informativo, si precisa che la trascrizione del trasferimento di proprietÓ sarÓ effettuata dal P.R.A. su richiesta del venditore senza rilascio del certificato di proprietÓ. Detto certificato sarÓ eventualmente rilasciato all’acquirente, divenuto intestatario, che ne faccia richiesta, previa restituzione del documento di proprietÓ rilasciato in precedenza.


ACCETTAZIONE DI EREDITA’ (Unico erede - Mod. E) ---- (PluralitÓ di eredi - Mod. F) (Accettazione e rinuncia da parte di altri eredi Mod E 1)

Nel caso in cui l’intestario del veicolo sia deceduto, l’erede (o gli eredi) devono trasferire la proprietÓ a proprio nome sottoscrivendo un atto di accettazione di ereditÓ (c.d. atto mortis causa). I modelli da utilizzare sono: il Mod. E Formato PDF - Formato DOC qualora l’erede sia unico; il Mod F Formato PDF - Formato DOC nel caso di pluralitÓ di eredi. A tali modelli deve essere allegata apposita dichiarazione sostitutiva di atto notorio sottoscritta da uno degli eredi. Si ricorda che i trasferimenti di proprietÓ a favore degli eredi sono assoggettati all’Imposta Provinciale di Trascrizione nella misura minima.

Nel caso in cui vi siano pi¨ eredi e alcuni abbiano rinunciato all’ereditÓ, il modello da utilizzare Ŕ Mod E1 Formato PDF - Formato DOC


ACCETTAZIONE DI EREDITA’ CON CONTESTUALE VENDITA - Mod. G

Quando l’intestatario del veicolo sia deceduto, l’erede (o gli eredi) pu˛/possono decidere di vendere il veicolo ad un terzo. In tal caso pu˛ essere redatto un unico atto (si veda il Mod. G Formato PDF - Formato DOC), sottoscritto dagli eredi e dall’acquirente, che contenga sia l’accettazione di ereditÓ che la contestuale vendita. Al Mod. G deve essere allegata apposita dichiarazione sostitutiva di atto notorio sottoscritta da uno degli eredi. Lo stesso Mod. G deve essere utilizzato nell’ipotesi in cui, in presenza di una pluralitÓ di eredi, alcuni di loro intendano cedere la propria quota ad uno solo di essi. Si chiarisce che, in entrambi i casi sopra descritti, pur venendo stilato un unico atto, esso contiene in realtÓ due trasferimenti di proprietÓ, il primo “mortis causa” dal defunto a tutti gli eredi e il secondo dagli eredi al terzo (o all’erede) acquirente. Di conseguenza, al P.R.A. dovranno essere presentate contestualmente due pratiche, per ognuna delle quali dovranno essere versati gli importi dovuti.


DICHIARAZIONE DI VENDITA CON PATTO DI RISERVATO DOMINIO - Mod. H

    • ATTO RISOLUTORIO - Mod. T
    • ATTO LIBERATORIO - Mod. S
    • ATTO DI PROROGA DEL PATTO DI RISERVATO DOMINIO - Mod. U

L’art. 1523 c.c. prevede che, in caso di vendita a rate di un veicolo con riserva di proprietÓ (c.d. Patto di riservato dominio), il compratore acquista la proprietÓ del veicolo con il pagamento dell’ultima rata del prezzo. La dichiarazione di vendita con patto di riservato dominio, redatta secondo lo schema indicato nel Mod. H Formato PDF - Formato DOC, deve indicare la data di pagamento dell’ultima rata (data di scadenza). Si precisa inoltre che la riserva di proprietÓ Ŕ opponibile a terzi solo se trascritta al P.R.A.. Possono essere autenticati ai sensi dell’art. 7 L. 248/2006 anche:
- l’atto risolutorio (Mod. T Formato PDF - Formato DOC) con il quale viene risolto il contratto di vendita con PDR a seguito del mancato pagamento delle rate. In questo caso il venditore torna nella piena disponibilitÓ del veicolo.
- L’atto liberatorio (Mod. S Formato PDF - Formato DOC) con il quale l’acquirente diventa proprietario del bene acquistato avendo corrisposto l’ultima rata del prezzo.
- L’atto di proroga del patto di riservato dominio (Mod. U Formato PDF -Formato DOC) con il quale le parti possono convenire una proroga sulla scadenza del patto di riservato dominio.


ATTO DI RETTIFICA - Mod. I

Nell’ipotesi in cui sia necessario rettificare i dati dichiarati in modo errato in una precedente dichiarazione di vendita giÓ trascritta (ad. esempio i dati anagrafici o il prezzo del veicolo), Ŕ possibile redigere un atto di rettifica utilizzando lo schema di cui al Mod. I Formato PDF - Formato DOC Detto atto, sottoscritto dal venditore e dall’acquirente dell’atto originario, Ŕ assoggettato all’Imposta Provinciale di Trascrizione in misura minima.


COSTITUZIONE DI IPOTECA LEGALE PER RESIDUO PREZZO - Mod. L

L’art. 2 del R.D. 15 marzo 1927 n. 436 (conv. in L. 19/02/1928 n. 510), comma 1░, prevede che “a favore del venditore di autoveicoli (...) spetta un privilegio legale per il prezzo o per quella parte di prezzo che sia stato pattuito e che non sia stato corrisposto all’atto della vendita e per i relativi accessori specificati nel contratto”. L’atto di costituzione di privilegio (pi¨ comunemente definito “ipoteca”) per residuo prezzo pu˛ essere redatto secondo lo schema indicato nel Mod. L Formato PDF - Formato DOC e deve riportare la scadenza del credito e l’ammontare dell’importo per il quale l’ipoteca viene iscritta. Si ricorda che l’iscrizione dell’ipoteca presso il P.R.A. ha valore costitutivo e, quindi, il diritto di garanzia si costituisce solo a seguito dell’iscrizione stessa.


COSTITUZIONE DI IPOTECA LEGALE PER SOVVENZIONE - Mod. M

L’art. 2 del R.D. 15 marzo 1927 n. 436 (conv. in L. 19/02/1928 n. 510), comma 2░, prevede che “lo stesso privilegio spetta a chi abbia, nell’interesse del compratore, corrisposto la totalitÓ o parte del prezzo del veicolo”. L’atto di costituzione di privilegio (pi¨ comunemente definito “ipoteca”) per sovvenzione pu˛ essere redatto secondo lo schema indicato nel Mod. M Formato PDF - Formato DOC


DICHIARAZIONE DI VENDITA E ISCRIZIONE DI IPOTECA LEGALE PER RESIDUO PREZZO - MOD. N

L’iscrizione dell’ipoteca legale per residuo prezzo pu˛ essere richiesta contestualmente alla dichiarazione di vendita del veicolo, redigendo un unico atto secondo lo schema di cui al Mod. N Formato PDF - Formato DOC


DICHIARAZIONE DI VENDITA E ISCRIZIONE DI IPOTECA LEGALE PER SOVVENZIONE - MOD. N1

L’iscrizione dell’ipoteca legale per sovvenzione pu˛ essere richiesta contestualmente alla dichiarazione di vendita del veicolo, redigendo un unico atto secondo lo schema di cui al MOD. N 1Formato PDF - Formato DOC


DICHIARAZIONE DI CONSENSO ALL’ISCRIZIONE DELL’IPOTECA CONVENZIONALE - Mod. O - Mod. O bis

L’art. 2 del R.D. 15 marzo 1927 n. 436 (conv. in L. 19/02/1928 n. 510), comma 3░ stabilisce che, “all’infuori dei casi di privilegio legale sull’autoveicolo, l’autoveicolo pu˛ formare oggetto di privilegio convenzionale concesso dal debitore a garanzia di qualsiasi altro credito”. L’atto di costituzione dell’ipoteca convenzionale pu˛ essere redatto secondo lo schema delineato dal Mod. O Formato PDF - Formato DOC (se il creditore Ŕ persona giuridica), oppure secondo lo schema delineato dal Mod O bis Formato PDF - Formato DOC (se il creditore Ŕ persona fisica).


DICHIARAZIONE DI PROPRIETA’Mod. PMod. Q

Qualora un veicolo giÓ radiato dal P.R.A. venga reiscritto a nome di colui che risulta essere l’ultimo intestatario prima della radiazione, la “dichiarazione di proprietÓ” pu˛ essere redatta utilizzando il Mod. P Formato PDF - Formato DOC, nel caso di veicolo radiato a richiesta di parte, o il Mod. Q Formato PDF - Formato DOC nel caso di veicolo giÓ radiato d’ufficio.


DICHIARAZIONE DI IMPORTAZIONEMod. R

Nel caso di veicoli provenienti dall’estero che vengono iscritti al P.R.A. a nome dello stesso soggetto giÓ intestatario della carta di circolazione estera, la “dichiarazione di importazione” deve essere redatta utilizzando il Mod. R Formato PDF - Formato DOC.